Direttore Artistico

La passione per l’arte nasce sin dalla fanciullezza, dopo le scuole medie, frequento l’Istituto d’Arte e contemporaneamente mi appassiono a qualsiasi cosa che c’entrasse con l’arte e la creatività.

Un incontro fortuito con uno scenografo mi fece immediatamente decidere su cosa avrei fatto da grande, quindi dopo aver frequentato il Liceo Artistico a S.Leucio mi iscrissi a Corso di Scenografia presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli.

Cercai di non perdere tempo e mi concentrai a seguire nel miglior modo i corsi, conquistandomi la stima dei miei docenti e colleghi.
Fu proprio una mia collega a coinvolgermi come scenografo al Serial Televisivo (Joe e suo nonno) con Eduardo Bennato, Renzo Arbore e Lino Banfi andato in onda a puntate su RaiUno. Fu un inizio travolgente ma anche con tante insicurezze da neofita.
Sentivo però di dover continuare, fui chiamato a collaborare da assistente di un mio docente d’Accademia, e successivamente con lo scenografo Aldo De Lorenzo.
Furono anni intensissimi, ebbi modo respirare la magia del teatro, al fianco di straordinari registi e attori. Roberto De Simone (Dedicato a Maria), Beppe Menegatti (Cavalleria Rusticana, Filumena Marturano) Armando Pugliese (Gilda Mignonette), Sergio Castellitto (Manola) Saverio Marconi (Cantando sotto la pioggia, Brachetti in Technicolor, Grease, Le Notti di Cabiria, Sette spose per sette fratelli, Hello Dolly, Dance, A qualcuno piace caldo) Marco Parodi (Bentornata passerella) Carlo Giuffrè (Natale in casa Cupiello) Giacomo Rizzo (Non è vero ma ci credo) Duccio Camerini (Sogno di una notte di mezza estate) Filippo Crivelli (Caruso, la storia di un mito) Patrick Rossi Gastaldi, Christopher Malcolm(Footloose) Cristian Ginepro (Robin Hood).

Maturata l’esperienza e la passione per questo straordinario mestiere, ho avuto la fortuna di dar forma attraverso la scenografia ad eventi di respiro internazionale, molto spesso in mondovisione Rai, come il Genfest’95 (regia di Marco Aleotti) Mondo del 2000 Mondo di unità, palazzo del Ghiaccio di Roma, Genfest 2000 dallo Stadio Flaminio di Roma.
La frequentazione di artisti internazionali mi ha portato a lavorare a spettacoli con tournee in tutto il mondo, come la collaborazione con l’International Artistic Performing Group Genverde per il Musical Prime Pagina e La coperta del Mondo andati in scena in tanti teatri nel mondo, Il canto della terra, andato in scena in Corea del sud-Busan all’apertura dei Giochi Olimpici d’Asia (Asian Game) Maria fiore dell’umanità, per la regia e coreografia di Simona Bucci. Live Love Light e Sacerdote Oggi svolti nella Sala Nervi in Vaticano, con la regia di Maria Amata Calò. Così come il Concerto Spettacolo L’apostolo delle genti nell’Abazia delle Tre Fontane in Roma, trasmesso in diretta TV, coreografie di Liliana Cosi e la regia di Massimo Masini, SYM 2015 evento internazionale svolto a Torino, Palaruffini. Il musical AQUERO’ debuttato nella Basilica di Lourdes (Francia) in occasione della GMG, il VolontariFest 2006 messo in scena a Budapest – Ungheria, in diretta Tv (per il 50°anniversario dell’invasione sovietica.

Arriva il momento nella vita in cui senti che i tuoi lavori debbano servire a raccontare storie “eroiche” di persone che altrimenti nessuno racconta. Così è nata una intensa collaborazione con il regista Fernando Muraca, con cui ho curato le scenografie dei film Giustino Russolillo, È Tempo di cambiare e Giovanni Duns Scoto con la fotografia di Massimo Lupi.

Metamorphosis debuttato al Festival di Taormina. Tanti progetti mi hanno arricchito umanamente e professionalmente, avendo a che fare con i giovani, lavorare fianco a fianco e lasciarsi travolgere dalla loro energia creativa. Da svariati anni sono lo scenografo dello spettacolo musicale “Festa Dei Giovani” presso il Palazzo dello Sport di Venezia, con migliaia di spettatori.

La collaborazione con la coreografa/regista toscana Antonella Lombardo ha visto nascere diversi musical Aida, Con il naso all’insù andati in scena al Teatro Verdi di Montecatini Terme, il Musical CoopMIA debuttato al Teatro Puccini di Firenze, con le musiche di Beppe Dati. Questi anni sono stati intensi di incontri e progetti in cui mi hanno visto coinvolto, nei progetti di diversi allestimenti museali di nuova concezione Museo Internazionale Enrico Caruso – Fi, Museo N. Calice – Castello Lagopesole – Pz, Museo Fosse Granarie – Cerignola, e ultimamente un incarico davvero singolare, con il progetto di uno spazio espositivo di un velivolo spaziale Concept IXV C.I.R.A. Centro Aerospaziale di Capua.
Ho curato allestimenti di Mostre e Performance, come Buck 2013, Buck 2014, La Città Spezzata a Foggia, presso la Fondazione Banca del Monte, mentre all’Accademia di Napoli ho curato le mostre Shake UP, On Stage Cattedrali dell’Effimero, Giovanni Pisani, Totò Accademico, Germogli, Patafisica. Shakespeare al Teatro Bellini di Napoli. Inexpugnata Terra Palazzo Baronale di Acerra-Na, Segni Svelati Palazzo San Severo-Na, Festa del Pingue Scuola Aeronautica di Pozzuoli.

Da più di un quarto di secolo ho la fortuna di vivere un mestiere poco noioso, per niente monotono, che mi riserva sempre bellissime ed intense emozioni, come quelle vissute nella mia famiglia, con mia moglie e i quattro figli. Da anni sono continuamente stimolato, dall’attività di docente di Scenografia e Scenotecnica, presso svariate Accademie di Belle Arti italiane, Venezia, Carrara, Catania, Foggia e in questi ultimi anni a Napoli presso la Cattedra di Scenotecnica. Da diversi anni collaboro, come Ideatore e Coordinatore, a diversi progetti didattico-artistici in rete con istituzioni scolastiche, enti pubblici, fondazioni ed associazioni, riguardante la dispersione scolastica, il potenziamento delle competenze, la ricerca di nuove forme comunicative e di apprendimento.

Tra i miei maggiori impegni per il territorio in cui vivo, vi è l’ideazione-direzione del Festival delle Corti, rassegna di spettacolo-arte e cultura, realizzata in provincia di Caserta, arrivata alla ottava edizione, insignito con la Medaglia di rappresentanza della Presidenza della Repubblica e l’Unesco.

Di recente la mia attività di docenza ha superato i confini nazionali, ho tenuto un corso di scenografia presso la Lebanese University Istitute of Fine Arts agli studenti iscritti al Master di Scenografia ed altri progetti artistici in Medioriente.